Viale Leopardi, 64 - 44121 Ferrara (FE) • +39 0532 207390 /+39 0532 210133 • feps01000n@istruzione.it • feps01000n@pec.istruzione.it
Succursale: Via Azzo Novello, 2 (c/o Istituto "V.Monti") • +39 0532 212042

E-Pub La discarica delle parole storte Testo a Testo - Text zu Text W l'Italia libera! Templari a Ferrara. Tra storia e leggenda a cura di Francesco Scafuri Giorno della memoria 2013 - Le carte incontrano i loro protagonisti Giorno della memoria 2014 - A carte scoperte Giorno della Memoria 2016 - La Sinagoga profanata Lo squadrismo: come lo raccontarono i fascisti, come lo vissero gli antifascisti Francesco Scafuri - Passeggiando per Ferrara Francesco Scafuri - Guida di Ferrara per giovani visitatori Francesco Scafuri - Architettura del Novecento Nico Landi - Una storia di Storia Nugae discipulorum Nella notte simbolista - Pier Augusto Tagliaferri, pittore Gli aventur ad Pinochio - Storia d'un buratin Farfalle Atmosfera creativa Il cinema della memoria Ferrara nei film di Gianfranco Mingozzi L'Identità Ritrovata Progetto didattico-editoriale del Liceo Artistico “Dosso Dossi” di Ferrara Aldo Luppi - Aldo Luppi Uno scrittore ferrarese Saggi critici, ricordi, testimonianze, racconti inediti La scuola Matteo Maria Boiardo nelle carte d’archivio a cura di Corinna Mezzetti, Beatrice Morsiani e Angela Poli La Biblioteca Pubblica di Ferrara Le tracce del passato diventano memoria del presente Testo a cura di Maria Bonora - Coordinamento didattico a cura di Paola Chiorboli Tra il rigore della legge e il vento della storia La condizione delle donne all’Isola d’Elba tra il XVI e il XVIII secolo Il gioco - io gioco In gran Segreto La Lena Le parole, le cose, l'arme e 'l capitano. di Girolamo De Michele Una nuova scuola per la città a cura di Corinna Mezzetti, Beatrice Morsiani e Angela Poli Ferrara 1915 – 1918, Uno sguardo al cielo L’aeroscalo dirigibili di Ferrara nella Grande Guerra Io Voto! Gianfranco Rossi - Nove studi sulla sua opera Le carte dell'impresario a cura di Paola Chiorboli, Dario Favretti, Corinna Mezzetti e Beatrice Morsiani Lorenzo Barbirolli: un musicista tra due patrie a cura di Nicola Badolato, Corinna Mezzetti e Antonietta Molinari Materiali per la storia delle collezioni di antichità dei Musei Civici ... Valentina Bonaccorsi Giuseppe Avanzi (1645 - 1718), un pittore nella Ferrara di secondo Seicento Enrico Ghetti In gioco tra le carte a cura di Corinna Mezzetti e Beatrice Morsiani Viaggio nella Comunità dei Saperi a cura di Daniela Cappagli I progetti dei nostri allievi
Le carte dell'impresario a cura di Paola Chiorboli, Dario Favretti, Corinna Mezzetti e Beatrice Morsiani

Nel sentire comune, l'Opera lirica è spesso considerata troppo difficile da proporre a un bambino. Di fatto non è così, perché il teatro lirico sposa musica, scena e narrazione come nessun altro metalinguaggio. E i racconti sono sempre i momenti più efficaci per catturare l'attenzione dei piccoli. L'Opera abitua all'ascolto, una consuetudine che sta sempre più declinando nella nostra epoca, e apre nuove finestre culturali ai ragazzi: sono ormai almeno due le generazioni che rischiano di non venire a conoscenza del più importante contributo musicale alla nostra storia e identità nazionale. È con queste convinzioni che il nostro Istituto, da sempre impegnato nella diffusione pratica della musica in tutte le sue scuole, ha esteso l'approccio al teatro musicale anche attraverso lo studio dei documenti d'archivio. Gli alunni delle classi delle Scuola Primaria Costa e della Secondaria Boiardo hanno consultato con i loro inse-gnanti, grazie all'esperta ed attenta guida delle archiviste e bibliotecarie dell'Ariostea e dell'Archivio Storico Comunale, decine di documenti d'epoca, appassionandosi alla storia della città mentre studiavano quella del suo teatro. L'esperienza descritta, grazie alla collaborazione con il Teatro comunale e l’Archivio Storico, anche per i nostri docenti si è rivelata un ottimo veicolo di didattica multi e interdisciplinare: la musica soprattutto, ma anche la poesia, la narrazione, la storia, il mito, la pittura, il movimento, l’arte, ottenendo cosi per i nostri alunni una mappa di contributi a più livelli nella formazione dell’individuo, a partire da valori e obiettivi di tipo formativo per arrivare ad aspetti più specificamente didattici.

Bambini e ragazzi sempre con i loro insegnanti e molti genitori al seguito ‒ partecipazione di particolare significato educativo ‒ hanno assistito alle recite de Il Turco in Italia di Rossini, de La Sonnambula di Bellini e Falstaff di Verdi al Teatro Comunale Claudio Abbado. Conseguire tanti e tali risultati è stato relativamente semplice: a Ferrara il territorio cittadino e le sue Istituzioni sono disponibili a “fare rete” con il mondo scolastico. L'auspicio è che l'esperienza sia stata palestra di sentimenti e sensibilità e che abbia rappresentato un momento davvero significativo nello sviluppo della personalità e della crescita culturale dei bambini e dei ragazzi.

Stefania Musacci

Dirigente dell'Istituto Comprensivo Statale Alda Costa



Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.