Viale Leopardi, 64 - 44121 Ferrara (FE) • +39 0532 207390 /+39 0532 210133 • feps01000n@istruzione.it • feps01000n@pec.istruzione.it
Succursale: Via Azzo Novello, 2 (c/o Istituto "V.Monti") • +39 0532 212042

:title:

Al momento dell’iscrizione al Liceo Scientifico “A. Roiti” tutte le componenti accettano di condividere delle regole che impegnano ciascuna componente (personale scolastico, studenti, genitori) ai propri doveri sia in termini professionali che di comportamento.

 

La scuola è l’ambiente di apprendimento in cui promuovere la formazione di ogni studente, la sua interazione sociale e la sua crescita civile. L’interiorizzazione delle regole può avvenire solo con una fattiva collaborazione con la famiglia; pertanto la scuola persegue l’obiettivo di costruire un patto educativo con i genitori e gli studenti, mediante relazioni costanti nel rispetto dei reciproci ruoli.

 

IMPEGNI DEGLI ALUNNI

L'individuazione degli itinerari di apprendimento è garanzia, per l'alunno, di effettiva soddisfazione del diritto allo studio (D. M. 9 febbraio 1979, premessa generale).

Ogni allievo dovrà, perciò, essere consapevole;

-   degli obiettivi didattici ed educativi del proprio percorso di studi;

-   del percorso per raggiungerli;

-   delle fasi del proprio percorso di apprendimento.

Al diritto allo studio corrisponde il dovere di impegnarsi per la promozione di sé e per la preparazione ad assolvere i propri compiti sociali (D. M. 9 febbraio 1979 – premessa generale). OGNI ALLIEVO DOVRÀ, QUINDI, IMPEGNARSI A:

-   rispettare le persone, le cose, gli ambienti e le attrezzature,

-   presentarsi con puntualità alle lezioni,

   rispettare i tempi e le scadenze previsti per il raggiungimento degli obiettivi del suo curriculum;

-   usare un comportamento, un linguaggio ed un abbigliamento adeguato ad unambiente educativo;

-   non fare uso del telefono cellulare in classe o di altri dispositivi elettronici o audiovisivi;

-   collaborare con le altre componenti della comunità scolastica;

   studiare e partecipare in modo costruttivo a tutte le attività scolastiche, nel rispetto di sé e degli altri;

-   svolgere con regolarità i compiti assegnati;

-   portare sempre gli strumenti di lavoro previsti per ogni disciplina;

-   osservarescrupolosamenteledisposizionieleistruzioniimpartiteaifinidellasicurezzasia all'interno che all'esterno degli edifici scolastici, collettiva e dindividuale;

-   conoscere lo Statuto delle studentesse e degli studenti della scuola secondaria (D.P.R. 249 del 24 Giugno 1998 e successive modifiche) e a rispettare il Regolamento di Istituto e il Regolamento di Disciplina degli studenti del Liceo, soprattutto per quanto riguarda l’orario di ingresso e di uscita, il rispetto delle persone, degli arredi e degli ambienti, il divieto di fumo in tutti i locali del Liceo.

 

IMPEGNI DEI DOCENTI

Il docente, in quanto professionista dell’istruzione e della formazione, è il responsabile delle scelte disciplinari e metodologiche adatte al fine educativo, in relazione alle indicazioni del Consiglio di classe di cui fa parte. Nell’ambito di tale scelta, di cui rimane unico responsabile, egli:

-   motiva l'intervento didattico e le strategie educative,

-   spiega la funzione e gli scopi degli strumenti di verifica,

-   spiega i criteri di valutazione.

OGNI DOCENTE DOVRÀ QUINDI IMPEGNARSI A:

-   rispettare ogni studente valorizzando quanto di positivo viene espresso;

-   responsabilizzare la classe ad una partecipazione attiva verso tutte le propostedidattiche favorendo rapporti sereni e di collaborazione.

-   dare indicazioni ed istruzioni precise agli studenti su ciò che viene loro richiesto,

-   collaborare con il coordinatore di classe, fornendogli ogni dato ed ogni indicazione utilee necessaria,

-   favorire un rapporto costruttivo tra scuola e famiglia attraverso un atteggiamento di dialogo edi collaborazione al fine di favorire il pieno sviluppo dello studente.

-   rispettare e far rispettare il Regolamento di Istituto, responsabilizzando gli studenti all’osservanza delle regole condivise.

-   consegnare i compiti agli alunni nei tempi previsti e comunque entro la prova successiva,

-   essere puntuale alle lezioni e alle riunioni di servizio;

-   non usare il cellulare in classe.

IL DOCENTE COORDINATORE SI IMPEGNA A COMUNICARE ALLA CLASSE:

-   gli obiettivi cognitivi e comportamentali, individuati dal consiglio di classe

-   gli elementi che concorrono alla valutazione periodica

-   i criteri di promozione alla classe successiva e quelli di ammissione agli esami

-   i carichi di lavoro stabiliti dal consiglio di classe.

 

IMPEGNI DEI GENITORI

Nell'ambito dell’indispensabile collaborazione tra scuola e famiglia - orientata alla riuscita del progetto educativo, cioè alla crescita dei giovani - ribadita dal D.P.R. 21 novembre 2007 n°235 - con l’auspicata sottoscrizione di un “patto sociale di corresponsabilità”,

I GENITORI SI IMPEGNANO A:

-   conoscere l’offerta formativa della scuola

-   affiancare il figlio nel difficile compito della crescita, aiutandolo ad affrontare la necessaria fatica dell’applicazione e i possibili insuccessi, individuando eventuali punti deboli nelmetodo di studio, ribadendo che la continuità e il rigore nell’applicazione sono un valore;

-   responsabilizzare il figlio aiutandolo, nella molteplicità delle attività svolte, a darelegiuste priorità e a trovare la concentrazione indispensabile per uno studio proficuo;

-   verificare in itinere, insieme al Coordinatore di classe e agli altri docenti, se la scelta di indirizzo risulta adeguata;

-   costruire con i docenti un clima di fiducia e collaborazione, nel rispetto della diversitàe complementarità dei ruoli;

-   mantenere aperta la comunicazione con i docenti, attraverso colloqui personali (secondole modalità previste) ;

-   collaborare con i docenti per il rispetto delle regole, specie per quanto concerne le assenze,i ritardi, uso di cellulare in classe o di altri dispositivi elettronici o audiovisivi;

-   collaborare con i docenti perché il comportamento del proprio figlio sia adeguato al luogo, rispettoso degli altri studenti, dei docenti, del personale ATA, degli ambienti e delle strutture;

-   risarcire la scuola per i danneggiamenti arrecati dall’uso improprio dei servizi, per i danni agli arredi e alle attrezzature e per ogni altro danneggiamento provocato da cattivocomportamento e, in concorso con altri, risarcire il danno quando l’autore del fatto non dovesse essere identificato;

-   informare la scuola su eventuali problematiche che possono avere ripercussioni

-   sull’andamento scolastico dello studente;

-   vigilare sulla puntualità di ingresso a scuola e sull’assidua frequenza dello studente;

-   discutere, presentare e condividere con i propri figli il patto educativo sottoscritto con l’istituzione scolastica.

 

IMPEGNI DEL DIRIGENTE SCOLASTICO

-   Garantire e favorire l’attuazione dell’offerta formativa, ponendo studenti, genitori, docenti e personale non docente nella condizione di esprimere al meglio il loro ruolo;

-   Garantire e favorire il dialogo, la collaborazione e il rispetto tra le diverse componentidella comunità scolastica;

-   Cogliere le esigenze formative degli studenti e della comunità in cui la scuola opera,per ricercare le risposte adeguate;

-   Supportare i docenti nel loro ruolo educativo.

 

IMPEGNI DEL PERSONALE NON DOCENTE:

-   Essere puntuale e a svolgere con precisione il lavoro assegnato;

-   Conoscere l’offerta formativa della scuola e a collaborare per realizzarla, per quantodi competenza;

-   Garantire il necessario supporto alle attività didattiche, con puntualità e diligenza;

-   Favorire un clima di collaborazione e rispetto tra tutte le componenti presenti e operanti nella scuola (studenti, genitori e docenti).

(Approvato dal Consiglio d’Istituto nella seduta del 18 dicembre 2008)

 

 img 15


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.